Chiesa parrocchiale di San Bassiano

Storia

Nella parte alta del paese, a ridosso di una delle coste fino alle quali si spingeva il lago Gerundo, sorge la Chiesa Parrocchiale, dedicata al Vescovo Laudense Bassiano.

È così, alta sulla pianura, quasi a proteggere i suoi fedeli che lavorano nella campagna sottostante lungo le rive del Colatore Serio Morto. L'attuale struttura è dovuta agli ampliamenti del XIX secolo essendo la primitiva chiesa diventata troppo piccola per la numerosa comunità sanbassanese.

I rifacimenti ottocenteschi hanno conferito al tempio i pregi e i difetti di uno stile architettonico che in quel periodo veniva riscoperto: il rinascimentale. Carlo Visioli, il progettista a cui si devono i lavori di ampliamento, ha saputo fondere la struttura preesistente con le aggiunte volute da Monsignor Vismara, riuscendo a creare un edificio armonioso, elegante nelle forme, luminoso e spazioso.

La facciata fu poi costruita nel 1915 completando così i radicali lavori di rifacimento iniziati nell'ottocento. Sul frontone vi è un bel gruppo scultoreo di Luigi Ferrari raffigurante San Bassano che resuscita un fanciullo morso da una vipera.

Scorcio
Scorcio innevato (foto di Maurizio Bonardi - Da Paese Nostro, ed. 2005).

La visita

All'interno, inondato da una vivida luce, si rimane colpiti dall'imponenza della costruzione resa ancora più maestosa dai soffitti a volta e dagli ampi spazi delle tre navate. La centrale, la più ampia, raccoglie ai suoi estremi un maestoso organo sopra la porta principale e nell'abside un pregevole altare maggiore settecentesco a gradoni intarsiati di marmi policromi. La luce che abbondante entra dalle ampie finestre inonda il luogo sacro e mette in risalto fregi e decorazioni dorate.

Tre ampi gradini in marmo portano all'altare maggiore. Nel presbiterio è affrescato un grande dipinto, raffigurante il Vescovo Bassiano ai piedi della Madonna. La pregevole opera secentesca di scuola cremonese è ciò che rimane di un più ampio ciclo di affreschi che comprendeva tutto il coro. Tutta la chiesa è stata oggetto di radicali lavori di restauro, verso la metà degli anni ottanta del secolo scorso, con il rifacimento della pavimentazione, la sistemazione degli altari laterali e la riforma del presbiterio con il posizionamento di un nuovo artistico altare in marmo. Nelle navate laterali si trovano piccole cappelle adorne di altari ove in alcune sono collocate pregevoli tele di scuola cremonese tra cui spicca una Sacra Famiglia con San Fermo opera di Angelo Massarotti e una Deposizione attribuibile a Giovan Battista Trotti detto il Malosso.

Il vescovo San Bassiano
Scuola cremonese, XVII secolo, "Il Vescovo Bassiano ai piedi della Madonna". Foto di Maurizio Bonardi - Da Paese Nostro, ed. 2007).
Il vescovo San Bassiano
XVII secolo, "Angioletto". Particolare dei teleri delle storie di S. Teresa (Da Paese Nostro, ed. 2013).
 Ultimo aggiornamento: 03/12/2018
La facciata
La facciata
Il campanile
Il campanile


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto