Che caldo! Dieci regole da seguire per un'estate in salute

30/07/2020  - 29 letture     Territorio

Che caldo! Dieci regole da seguire per un'estate in salute

Come combattere il caldo di questi giorni?

Il caldo è un pericolo se:

  • La temperatura esterna supera i 32-35 gradi.
  • L’alta umidità impedisce la regolare sudorazione .
  • La temperatura in casa è superiore a quella esterna (locali poco ventilati, tetti e solai non ben isolati). 

Ecco le 10 regole che fanno bene alla salute

  1. Ricordati di bere spesso. 
  2. Evita di uscire e di svolgere attività fisica nelle ore più calde del giorno (dalle 11.00 alle 17.00). 
  3. Apri le finestre dell’abitazione al mattino e abbassa le tapparelle o socchiudi le imposte. 
  4. Rinfresca l’ambiente in cui soggiorni. 
  5. Copriti quando passi da un ambiente molto caldo a uno con aria condizionata. 
  6. Quando esci, proteggiti con cappellino e occhiali scuri; in auto, accendi il climatizzatore, se disponibile, e in ogni caso usa le tendine parasole, specie nelle ore centrali della giornata. 
  7. Indossa indumenti chiari, non aderenti, di fibre naturali, come ad esempio lino e cotone; evita le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e possono provocare irritazioni, pruriti e arrossamenti.  
  8. Bagnati subito con acqua fresca in caso di mal di testa provocato da un colpo di sole o di calore, per abbassare la temperatura corporea. 
  9. Consulta il medico se soffri di pressione alta (ipertensione arteriosa) e non interrompere o sostituire di tua iniziativa la terapia. 
  10. Non assumere regolarmente integratori salini senza consultare il tuo medico curante.

Leggi anche l'opuscolo in allegato redatto da Regione Lombardia – “Solo il bello del Caldo” che raccoglie una serie di consigli pratici per affrontare questa emergenza e i rischi che ne derivano. 

Allegati

FileTipo e dimensioneUltima modifica
 regione-lombardia_opuscolo_caldo-estivopdf - 2016,08 kb30/07/2020 15:45:27

Condividi:


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto